Lo specchio infranto

La relazione tra padre e figlia in alcune scrittrici italiane contemporanee

Nella letteratura moderna, specialmente in area anglosassone, esistono diversi esempi di scrittrici che hanno indagato il proprio difficile rapporto con la figura paterna, da Mary Shelley fino a Virginia Woolf. In Italia, anche nella ricca produzione novecentesca, le autrici sembrano essersi accostate più di frequente a una rilettura del legame tradizionale tra madri e figlie. Nonostante questo rispecchiamento privilegiato, tuttavia, molti sono i testi in cui emerge l’intrinseca problematicità della relazione con il padre e con la società gerarchica e “patriarcale”, come nel celebre romanzo Una donna di Sibilla Aleramo.
La densa analisi di queste pagine affronta la relazione tra padre e figlia, rielaborata letterariamente nelle opere di alcune tra le più significative scrittrici italiane contemporanee – Anna Banti, Gianna Manzini, Dacia Maraini, Melania Mazzucco –, e contribuisce a “riscrivere” un ordine simbolico apparentemente immutabile, investendo un complesso insieme di codici e comportamenti nelle loro dimensioni storiche, culturali, ideologiche.

Saveria Chemotti insegna Letteratura italiana contemporanea e Letteratura italiana di genere e delle donne all’Università di Padova. Nei suoi lavori più recenti si è occupata di letteratura delle donne, di narrativa degli anni Ottanta e Novanta, con particolare attenzione per gli scrittori veneti. Ha pubblicato saggi su Foscolo, il Romanticismo italiano ed europeo, la narrativa del primo Novecento, Antonio Gramsci, Tonino Guerra, Piero Sanavio, Giuseppe Berto e su numerosi altri autori e temi otto-novecenteschi. È condirettore di «Studi novecenteschi», rivista di storia della letteratura italiana contemporanea. Tra le sue numerose pubblicazioni: Il «limes» e la casa degli specchi. La nuova narrativa veneta (Padova 1999); La terra in tasca. Esperienze di scrittura nel Veneto contemporaneo (Padova 2003); L’inchiostro bianco. Madri e figlie nella narrativa italiana contemporanea (Padova 2009).

IL POLIGRAFO casa editrice

via Cassan, 34 (piazza Eremitani)
35121 Padova
tel 049 8360887
fax 049 8360864
casaeditrice@poligrafo.it
P.IVA 01372780286

© 2019 IL POLIGRAFO casa editrice