Le forme della tradizione lirica

I tredici saggi che compongono Le forme della tradizione lirica intersecano vari aspetti connessi allo sviluppo della letteratura italiana e, in particolare, allo sviluppo e allo studio della sua ricchissima tradizione lirica lungo i secoli, dal Trecento medievale fino al XX secolo.
Un quadro di indagini e di ricerche che si muove in queste pagine lungo una linea diacronica, affrontando temi di grande rilevanza critica e storiografica, con l’obiettivo di offrire spunti inediti e possibili direzioni di ricerca per ulteriori analisi.
Dall’origine “divina” della poesia nella riflessione teorica di Boccaccio alla lezione classica di autori come Alfieri e Foscolo, dalla lirica di ispirazione petrarchesca ai Canti leopardiani, per approdare, nella parte finale del volume, all’interpretazione di alcune delle più intense e significative esperienze della lirica novecentesca: Clemente Rebora, Eugenio Montale, Franco Fortini. All’interno di una così ampia scansione temporale e di una larga molteplicità di contributi, si conferma nei diversi saggi l’unitarietà di uno sguardo critico sempre attento ai caratteri e