La libertà nell’unità delle differenze

a cura di

Studiosi bosniaci e italiani si confrontano in quest’opera non solo su cosa significa concretamente pensare la categoria della libertà, ma anche su come sia possibile coniugare tale concetto con il rispetto delle differenze, senza negare, in nome di queste ultime, un necessario riferimento al principio di unità. Si è cercato quindi di mostrare, attraverso questa raccolta di saggi, come la libertà rimanga il presupposto imprescindibile per pensare una reale unità europea che esalti e ogni differenza ad essa intrinseca.

Umberto Regina è professore ordinario di Filosofia morale presso l’Università di Verona. Tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo: Servire l’essere con Heiddeger (Brescia 1995); La costruzione dell’interiorità in Søren Kierkegaard (Venezia 1995); Emergenza da mancanza di bisogno. Heidegger interprete di Nietzsche (Verona 1996); La differenza viva. Con Nietzsche e Heiddeger per una nuova concettualità (Verona 1996); Noi eredi dei cristiani e dei greci (Padova 1997); La differenza amata e il Parado