Il Leontocefalo dei Misteri mitriaci

L’identità enigmatica di un Dio

presentazione di Annapaola Zaccaria Ruggiu

Tra le immagini presenti nei luoghi di culto anticamente riservati al dio Mithra, l’enigmatico Leontocefalo si distingue per l’originale e insolita iconografia, con testa di leone e corpo di uomo, avvolto da un serpente e alato. Ancora identificata nel XVII secolo come divinità egiziana per l’aspetto teriomorfo, la sua figura mostruosa è stata definitivamente riconosciuta come mitriaca dall’opera antesignana dello studioso di storia delle religioni belga Franz Cumont. A partire dal XIX secolo, il Leontocefalo è stato oggetto di un lungo dibattito che ha condotto a letture contrastanti, complicate dalla scarsità e dalla frammentarietà delle testimonianze disponibili.
Il saggio evidenzia i temi che hanno determinato la formazione dell’immagine della divinità nel contesto del mitraismo, cui hanno concorso motivi sia di ascendenza orientale, sia di origine ellenistico-romana. In questa den